ATR è un produttore di aeromobili fondato il 4 novembre 1981 dalla Airbus group e dalla attuale Leonardo. Il primo prototipo a decollare nel 1984 fu l’ATR 42, e successivamente, nel 1986, fu progettato anche l’ATR 72, che si differenzia per dimensioni maggiori e motori più potenti.

Caratteristiche

L’ATR 42 Colibrì è un aereo di linea regionale bimotore turboelica, impiegato per il trasporto di passeggeri su tratte a corto raggio. Come tutti i motori turboelica, è caratterizzato da forte accelerazione in fase di decollo, bassi consumi e possibilità di partire anche da piste corte. Tuttavia, volando ad altitudini di crociera più basse rispetto ai jet, è più sensibile alle turbolenze atmosferiche.

Le attuali serie in volo sono gli ATR 42/72 -500/-600. La serie -500 è meno recente ed è stata la prima a montare motori ad elica a 6 pale. Buona parte degli ATR 42/72-500 sono convertiti in cargo e grazie alla loro grande sezione trasversale ed all’ ampio portellone di carico, riescono a trasportare anche ULD, Unit Load Device.

Per le versioni passeggeri è prevista un’illuminazione a LED che garantisce una piacevole atmosfera. L’ATR è anche isolato acusticamente fino a ridurre il livello acustico interno a circa 80dBA, e le cappelliere possono contenere oggetti lunghi anche 2 metri.

Sono aeromobili capaci di operare su piste non pavimentate, e la serie ATR 42-600 S STOL è progettata per poter decollare e atterrare su piste di lunghezza inferiore a 1 chilometro.
Alcuni esempi di aeroporti con piste così corte sono l’Aeroporto di Tiga, IATA TGJ, ICAO NWWA, sull’omonima isola, nella Nuova Caledonia con una unica pista lunga 982 metri; e l’Aeroporto di Barra, IATA BRR, ICAO EGPR, situato nella larga baia di Traigh Mhòr in Scozia, con 3 piste, di cui la più lunga di 846 metri.

La serie di ATR 42/72 -600 è stata presentata nel 2007. È dotata di motori più potenti ed efficienti, un maggiore peso massimo al decollo e una cabina più grande. Il Flight Deck è stato completamente rivisto, e accoglie 5 schermi LCD con computer multi-funzione. Lo schermo centrale è dotato di una checklist elettronica.
Nel 2019, un ATR 72-600 è stato il primo aereo commerciale a ricevere riconoscimenti per il suo impegno ad una sostenibilità ambientale, grazie a tecnologie innovative ed impegno, “green”, anche nelle sedi di produzione.

Oltre alle versioni civili cargo e passeggeri, sono state sviluppate anche versioni prettamente militari, utilizzate maggiormente per il pattugliamento marittimo, ricerca e soccorso. Sono parte della flotta della nostra Guardia Costiera, della Guardia di Finanza, dell’Aeronautica Militare.

Molti degli ATR che non sono più operativi, vengono smantellati dalla stessa casa madre, e una grossa percentuale di parti, come i sedili, viene riciclata e riutilizzata.
Fusoliera e impennaggi di coda sono realizzati negli stabilimenti di Leonardo situati a Pomigliano d’Arco e a Foggia.

Un uccello per aereo

La Nok Air è una compagnia aerea thailandese low-cost. “Nok” in thailandese significa “uccello”, e sul muso e lungo la fusoliera dei loro aerei, anche della precedente flotta comprendente quattro ATR 72, sono rappresentati il becco e talvolta anche le ali di un uccello.
Oltre che ciglia lunghissime e molto attraenti (😊)

ISCA AM è particolarmente affezionata a questa tipologia di aeromobile data la sua scarsa produzione di CO2 e la sua versatilità per i diversi settori in cui può essere utilizzato, nonché per i numerosi e difficoltosi aeroporti che può raggiungere.

ISCA. Bravi a terra. Sicuri in volo.