Il Boeing 787 Dreamliner è un aereo bimotore turboventola wide-body utilizzato per voli di linea a medio e lungo raggio. Il primo 787 Dreamliner è stato presentato l’8 luglio 2007, che nella scrittura americana diventa 7/8/7. La produzione e lo sviluppo hanno interessato numerosi fornitori in tutto il mondo. Il suo concorrente è l’Airbus A350 XWB.

Il peso di un Boeing 787

Il volume dell’aereo è realizzato per l’80% in materiali compositi, mentre l’alluminio e altri metalli come il titanio, sono usati per lo più nei bordi d’attacco delle ali e della coda, nei motori e dispositivi di fissaggio.
La fusoliera è costituita da soli 5 pezzi che vengono successivamente uniti tra loro (one piece barrel).
È dotato di una prua con contorni lisci e, per una maggiore riduzione del motore, alette di estremità e gondole motore con bordi seghettati (chevron). L’ala è in fibra di carbonio e ha un elevato allungamento che ne riduce la resistenza indotta, consentendo atterraggi e decolli più brevi potendo operare anche su piste più corte.

L’impianto elettrico sul Boeing 787

Un’altra maggiore differenza con gli aerei di linea tradizionali è data dalla struttura elettrica. Sono stati eliminati i sistemi pneumatici e idraulici, installando pompe e compressori alimentati elettricamente, consentendo un avviamento dei motori o un funzionamento dei freni elettronicamente. Ciò consente una maggiore spinta ed efficienza da parte dei motori. La potenza elettrica totale a bordo è di 1,45 megawatt. I maggiori sistemi alimentati elettronicamente sono l’avviamento dei motori, la pressurizzazione, il trim dello stabilizzatore orizzontale, i freni delle ruote e l’anti-icing sulle ali.
È dotato di sistema di controllo “fly-by-wire” simile a quello già utilizzato sul 777. Il glass cockpit del velivolo è dotato di display LCD multi-funzione, dotato di utilizzo di toolkit. Comprende anche due head-up display (HUD). Il Boeing 787 condivide il type rating con il Boeing 777, permettendo ai piloti qualificati di poter operare su entrambi i velivoli.
Una batteria pesa circa 28,5Kg, ed è capace di fornire 76Ah a 29,6V con 2.2kWh di energia elettrica. Le batterie sono gestite da quattro sistemi indipendenti per evitare il sovraccarico.
Con un’interfaccia elettrica standard, i due motori, il GEnx-1B, e il RR Trent 1000, sono resi interscambiabili in modo da risparmiare tempo e costi quando si cambia tipo di motore.

Il Boeing 787 ha ottenuto la certificazione ETOPS per 330 minuti il 28 maggio 2014.

Gli interni del Boeing 787

I suoi interni sono stati progettati per poter accogliere e gestire al meglio anche i passeggeri con disabilità motoria, sensoriale e cognitiva.
I suoi finestrini sono più ampi e sono situati leggermente più in alto, permettendo ai passeggeri di mantenere una vista dell’orizzonte. Sono composti da un vetro intelligente elettrocromico che permette di regolare diversi livelli di luce solare e visibilità. La cabina è dotata di un’illuminazione a LED RGB e bianco.

Le versioni del Boeing 787

La versione 787-8 è la versione più corta, ed è quella che accoglie il minor numero di passeggeri. Il 787-9 è quello con la maggiore autonomia, e il 787-10 può accogliere il maggior numero di passeggeri a discapito dell’autonomia.

Un 787 stellare

La compagnia All Nippon Airways, a pochi mesi dall’uscita del settimo film della saga di Star Wars, ha riprodotto su un suo Boeing 787-9 il famoso robot R2-D2 con delle altre piccole personalizzazioni a tema al suo interno.

 

ISCA AM accoglie e opera su questa famiglia di aeromobili grazie a un team preparato e sempre pronto ad intervenire.

ISCA. Bravi a terra. Sicuri in volo.