“Curiosità al volo” è la nuova rubrica di ISCA Aircraft Maintenance. Scopri tanti contenuti interessanti ogni settimana sul mondo della manutenzione e sicurezza aerea.

Il settore tecnico aeronautico è soggetto a normative molto restrittive e, con l’entrata in vigore dei regolamenti di EASA, è disciplinato da normative a livello europeo che hanno come scopo quello di assicurare qualità sicurezza dei servizi erogati da tutte le Compagnie Aeree. I regolamenti emanati da EASA descrivono e legiferano le condizioni legate alle abilitazioni e, in particolare, i percorsi formativi l’ottenimento della Licenza di Manutentore Aeronautico.

Una licenza di manutenzione aeronautica di categoria B2 consente al titolare di:
– rilasciare certificati di riammissione in servizio e di agire in quanto personale di supporto di categoria B2 a seguito di manutenzione eseguita su sistemi avionici ed elettrici, e interventi di natura elettrica e avionica nei gruppi motopropulsori e nei sistemi meccanici la cui funzionalità può essere dimostrata tramite semplici test;
– rilasciare certificati di riammissione in servizio a seguito di piccoli lavori di manutenzione di linea programmata e rettifica di anomalie entro i limiti dei compiti specificatamente approvati. Tale attribuzione di certificazione è limitata al lavoro svolto personalmente dal titolare della licenza nell’impresa di manutenzione che ha rilasciato l’autorizzazione ad emettere certificazione e unicamente per le abilitazioni già approvate sulla licenza di categoria B2.
La licenza di categoria B2 non include alcuna sottocategoria A.

ISCA Aircraft Maintenance si distingue anche per la accuratezza e l’attenzione alla formazione dei propri ingegneri tecnici. ISCA bravi a terra , Sicuri in volo.