Conosciamo e amiamo tutti il celeberrimo personaggio di Charles M. Shultz, Snoopy, il bracchetto più famoso di sempre, il cane di Charlie Brown, anomalo e estremamente simile agli esseri umani: Snoopy cammina su due zampe e sa ballare, pattinare, giocare a pallacanestro, a tennis ed è anche uno dei componenti della squadra di baseball di Charlie Brown. Snoopy legge “Guerra e pace”, è scrittore, capo scout e innumerevoli altre cose.

Dorme sul tetto della cuccia, invece che all’interno, e in essa si trovano un Van Gogh, un tavolo da biliardo, un affresco raffigurante la storia della civiltà (realizzato da Linus), una biblioteca, un televisore e molto altro.

E la cuccia diventa anche, talvolta, nelle fantasie oniriche di Snoopy, un aereo, un Sopwith Camel, il caccia della I Guerra Mondiale con cui lui, “asso dell’aviazione”, combatte contro il Barone rosso (solitamente, venendone sconfitto).

Tra i tanti alter ego di Snoopy, la sua versione aviatore nasce dalla grande passione di Charles M. Schultz per gli aerei e l’aviazione. L’Aeroporto di Sonoma County, in California, gli è stato dedicato, ha preso il suo nome ed ha come logo Snoopy che dà la caccia al Barone Rosso.

Se ne vuoi sapere di più dai un’occhiata qui.