La Calabria, con i suoi quasi 2 milioni di abitanti, negli ultimi 20 anni ha incrementato, in maniera esponenziale, il traffico nei suoi aeroporti. Lo spazio aereo calabrese è coperto da 3 aeroporti: l’aeroporto internazionale  di Crotone, il S. Anna ,  che serve la costa jonica, l’aeroporto di Reggio Calabria, il Tito Minniti, che copre, con la sua strategica posizione, la parte sud della regione e collega da anni la punta dell’Italia con le città metropolitane ed industriali e l’aeroporto internazionale di Lamezia Terme, S. Eufemia il più completo della regione e per questo anche il più trafficato, con i suoi quasi 3 milioni e mezzo di passeggeri all’anno.

Il dato sul quale riflettere è la densità di popolazione degli abitanti della regione Calabria ed il traffico di passeggeri che questa meravigliosa regione riesce a muovere annualmente.

L’aeroporto di Crotone – Sant’Anna, anche conosciuto come Aeroporto Pitagora o dello Jonio, con codice IATA: CRV ICAO: LIBC, è un aeroporto nato nel periodo della seconda guerra mondiale e negli anni ha sviluppato il traffico di passeggeri diretti sul lato Jonio della Calabria. È l’aeroporto che favorisce, tra gli altri, anche gli spostamenti della squadra di calcio del Crotone con cui è stata inaugurata la nuova apertura dello scalo sotto la gestione della S.A.CAL. S.p.A. Da questa valutazione si sta studiando la fattibilità di effettuare voli commerciali e di trasporto merci dedicati alla costa orientale della Calabria.

L’aeroporto di Reggio Calabria, ribattezzato anche Aeroporto dello Stretto, codice IATA REG, ICAO LICR, è un aeroporto che gestisce il traffico di tutto il sud della Calabria. Nacque come aeroporto militare nel 1939 e nel 1947 decollò dalla sua pista il primo volo civile con un Douglas DC-3. L’aeroporto è rimasto sotto la gestione della SoGAS. S.p.A. fino al 2017 per poi passare all’attuale gestione della S.A.CAL. S.p.A.
L’handling dello scalo è affidato a società di rilevanza nazionale.
A differenza dell’aeroporto di Crotone, ha un traffico maggiore dovuto alla posizione strategica. Possiede due piste, il cui utilizzo è legato a particolari abilitazioni dell’equipaggio di volo il quale deve essere qualificato ad operare sulla pista di REG.
La tipologia della infrastruttura limita il traffico ad aeromobili del tipo narrow body ovvero come gli Airbus A320 family o Boeing B737 family.

L’aeroporto di Lamezia Terme Sant’Eufemia, codice IATA SUF, ICAO LICA, è il principale aeroporto calabrese e serve tutto il nord della Calabria e buona parte della Basilicata.
L’infrastruttura comprende piazzali capaci di ospitare aeromobili anche della grandezza del Boeing 747. In estate ospita aerei del tipo A330 di grandezza impegnativa e con numerosi passeggeri da coordinare; non da meno la presenza del Boeing B787 sottopone lo Scalo lametino a sforzi e coordinamento atti al fine di garantire il rispetto dei tempi di rotazione dell’aeromobile in sosta.
Lo scalo, ospita anche voli cargo e, durante la summer season, si aggiungono molti voli a quelli effettuati durante l’intero anno. Sullo scalo lametino sono presenti velivoli dedicati al fire fighting ovvero i Canadair CL-415 ed elicotteri dedicati ai servizi di emergenza.

ISCA AM, prima azienda ed anche leader in Calabria per la manutenzione sugli aeromobili di linea, è presente su tutti gli scali calabresi, garantendo un servizio di professionalità elevata e di impressionante rapidità. La Summer Season 2022 di ISCA riparte proprio dallo scalo lametino, dove l’azienda ha da pochissimo concluso una partnership con un noto vettore di linea, che ha affidato ad ISCA la manutenzione completa di tutti i propri aeromobili.

ISCA. Bravi a terra. Sicuri in volo.