“Alle nove, i tre compagni di viaggio presero posto dentro la cesta: il dottore accese la torcia e fece in modo che la fiamma producesse un calore rapido. La mongolfiera, che stava sulla terra in perfetto equilibrio, dopo pochi minuti cominciò a salire. A bordo dovettero allentare le corde che la tenevano. La cesta salì di venti piedi.”

Julies Verne

Si deve a due fratelli visionari, creativi e ossessionati dal desiderio di conquistare i cieli il primo vero passo in avanti dell’umanità verso l’era del volo: Joseph-Michel e Jacques-Étienne Montgolfier. I due, dopo anni di osservazione e congetture sulle possibilità di usare palloni ad aria calda come mezzi per l’ascensione umana, il 5 giugno 1783, ad Annonay, gonfiarono la prima mongolfiera che si innalzò in volo per circa 180 metri. Esistono versioni molto discordanti sulle date reali, ma tutto avvenne in una manciata di settimane.

Il volo successivo, data la risonanza dell’accaduto, avvenne a Parigi e, visto il divieto del Re di Francia di effettuare voli con persone a bordo per motivi di incolumità delle stesse, partì con a bordo degli animali. Il 19 settembre del 1783 l'”Aerostate Révellion” fu fatto volare con a bordo i primi aeronauti viventi: una pecora, un’oca ed un gallo, collocati in un cesto appeso alle corde del pallone. Questa dimostrazione ebbe luogo di fronte ad un’immensa folla raccolta nel palazzo reale di Versailles, presenti il re Luigi XVI e la regina Maria Antonietta. Il volo durò circa 8 minuti, coprì circa 3 km e raggiunse un’altezza di circa 500 metri; sarebbe potuto durare di più, ma l’aerostato era instabile, e perciò subito dopo il decollo si inclinò vistosamente su un lato, lasciando fuoriuscire dall’imboccatura una notevole quantità dell’aria calda contenuta all’interno. Gli animali, comunque, completarono il volo senza conseguenze.
Una lunga straordinaria avventura era dunque iniziata.

Sul punto di atterraggio, tra i primi di accorrere ci fu Pilatre de Rozier che fin da allora si prenotò per il primo volo in mongolfiera mai effettuato dall’uomo e questo avvenne, insieme al Marchese d’Arlandes il 21 novembre 1783. Il volo in mongolfiera durò 25 minuti, la mongolfiera percorse circa 9 Km alzandosi di 100 metri sui tetti di Parigi e consacrando Pilatre de Rozier e il Marchese d’Araldes come i primi aeronauti della storia e del mondo.
Le mongolfiere, oltre alla loro funzione pratica, iniziarono ad esercitare una straordinaria fascinazione per artisti, scienziati ed esploratori ottocenteschi. Tra tutti ricordiamo Jules Verne, e il suo romanzo “Cinque settimane in pallone”.

Jean-François Pilâtre de Rozier