L’Aeroporto di San Sebastián, IATA: EAS, ICAO: LESO, è l’aeroporto che serve San Sebastián nei Paesi Baschi, in Spagna. Nonostante il nome, le strutture si trovano nel comune di Hondarriba, con la pista che si estende lungo il fiume Bidasoa al confine franco-spagnolo.

Principalmente l’aeroporto opera voli nazionali, specialmente per Madrid e da poco anche un servizio internazionale per London City. Nel 2008 è stata allungata ulteriormente la pista.

Il terminal passeggeri dell’aeroporto ha una capacità di 700.000 passeggeri all’anno. È dotato di sei porte d’imbarco.

L’aeroporto è stato inaugurato il 22 agosto 1955 ed è stato ufficialmente aperto al traffico aereo turistico nazionale e internazionale il 29 agosto 1955. La compagnia aerea Aviaco è stata la prima ad operare nell’aeroporto, a partire dal 2 settembre 1955. La pista originariamente misurava 1.200 metri e il suo orientamento era il 22/04. Questo orientamento ha costretto gli aerei a sorvolare il territorio francese, il che ha prodotto immediate proteste da parte di questo governo. D’altra parte, la mancanza di strutture in aeroporto ha costretto una vicina fabbrica conserviera a essere convertita in terminal passeggeri.

Nel luglio 1957, l’incontro tra le delegazioni spagnola e francese culminò in un accordo sui limiti per l’esercizio dell’aeroporto. Tale accordo, entrato in vigore nel giugno 1959, consentiva l’istituzione di servitù aeronautiche per l’aeroporto ma imponeva il divieto di utilizzo dell’aeroporto da parte di aerei a reazione.

Nel luglio del 1961 furono completati i lavori di ampliamento della pista, raggiungendo i 1.500 metri.

Tra il 1964 e il 1965 è stato ampliato il piazzale per il parcheggio degli aerei, è stata costruita la torre di controllo e l’aeroporto ha ricevuto ufficialmente il nome attuale (aeroporto di San Sebastián). Nel 1967 iniziarono i lavori per la costruzione del terminal passeggeri, inaugurato nel 1968. Nel dicembre 1969 l’aeroporto fu chiuso al traffico per procedere con un nuovo ampliamento della pista a 1.754 metri. Ciononostante, nella stampa dell’epoca ci sono continui riferimenti ai limiti dell’aeroporto e alla necessità di un suo ampliamento o anche di un’altra sede, per la quale anche i settori economici di Gipuzkoan pagarono uno studio nel 1972 che sosteneva il suo trasferimento a Usúrbil.

Il 18 marzo 1992 Spagna e Francia hanno firmato un nuovo accordo. Con esso, il divieto ai voli degli aerei a reazione è stato revocato mentre il numero giornaliero di movimenti, al di fuori delle ore notturne, è stato limitato a 12 MD-88 e 12 BAE-146.

Nel luglio 2009 è stato presentato un progetto per l’ampliamento della pista, respinto però dal partito dei Verdi. Anche il comune francese di Hendaye respinge molti progetti data l’invasione dello spazio aereo francese.
Dopo vari test l’Airbus A320neo è stato certificato per poter operare su questa pista.

Nel 2021 l’aeroporto è stato dotato del sistema di avvicinamento satellitare RNP che ridurrà al minimo le deviazioni dovute a cause meteorologiche e migliorerà la precisione dell’avvicinamento sia alla soglia 22 che alla soglia 04.

Nel 2018 i passeggeri che sono transitati per l’aeroporto sono stati 289.444.

 

ISCA AM lavora garantendo la massima sicurezza e professionalità.

ISCA. Bravi a terra. Sicuri in volo.