L’Aeroporto di Tarbes-Lourdes-Pirenei (IATA: LDE, ICAO: LFBT) è un aeroporto francese situato vicino alla città di Tarbes, nel dipartimento degli Alti Pirenei, ed è particolarmente utilizzato per voli “charter” legati ai pellegrinaggi nella vicina località di Lourdes: l’aeroporto si trova infatti a metà strada tra le due città.

 

Dall’inizio di aprile 1943, Tarbes è stata la base del 3° squadrone di Jagdgeschwader 101 che ha avuto sede qui fino all’inizio del 1944.

Dal 1959 al 1966, i lavori di sviluppo hanno permesso di ospitare aeromobili di grandi dimensioni e l’aeroporto ha registrato i suoi primi 100.000 passeggeri. Nel 1966 fu costruita una stazione di accoglienza per i passeggeri disabili. Nel 1967 l’aeroporto ha accolto per la prima volta un Boeing 707, e dal 1974 può ospitare Boeing 747 e gestire voli transatlantici. Nello stesso anno è atterrato un B747 della Pan Am proveniente da New York. Nel 1978 l’aeroporto ha ospitato anche il Concorde, il famoso aereo supersonico.

Nel 2008, l’anno del Giubileo segna una netta crescita del traffico aereo.

Dal 2017 l’aeroporto è utilizzato anche come cimitero di aeromobili, e dispone di hangar capaci di ospitare un Airbus A380. A causa della pandemia di Covid-19 e del conseguente calo del traffico aereo, si sono aggiunti centinaia di aerei costretti a fermarsi. Il 75% di questi stanno riprendendo il proprio servizio, ma i più vecchi, vengono smantellati e riciclati dalla TARMAC Aerosave (Tarbes Advanced Recycling & Maintenance Aircraft Company), responsabile della gestione delle flotte ferme. Si è scelto questo aeroporto per un risparmio economico e per efficienza, poiché dispone di spazio a sufficienza per effettuare i dovuti test.

 

L’aeroporto offre voli per Parigi e per gran parte dell’Europa, con anche voli intercontinentali.

L’aeroporto è attrezzato per ricevere 1.500.000 passeggeri all’anno. Ha una pista orientata 20/02 di 3.000 metri di lunghezza per 45 di larghezza.

Il terminal si sviluppa su due livelli, arrivi al piano terra, partenze al primo piano.

 

ISCA AM accumula esperienza con i suoi tecnici Flight Spanner e contribuisce alla crescita di aeroporti sviluppati per i passeggeri PMR.

ISCA. Bravi a terra. Sicuri in volo.